Le differenze con il sistema tradizionale di riscaldamento

Le differenze con il riscaldamento tradizionale logo Casa comfort Tagliareni

 

Il pavimento radiante rappresenta l’evoluzione del riscaldamento tradizionale basato sulla presenza dei termosifoni. Da quest’ultimo si differenzia per i seguenti elementi:

 

 

pavimento-radiante-maggiore libertà nell’organizzazione degli spazi interni: mentre i termosifoni limitano lo spazio interno in quanto occupano loro stessi spazio, rendendo per esempio inutilizzabile delle importanti superfici a parete, gli impianti di riscaldamento a pavimento fanno recuperare molto spazio per l’arredamento delle stanze perchè l’impianto è invisibile;

-meno polveri: lo spazio occupato dai termosifoni sono, spesse volte, punti di accumulo di polveri che poi si diffondono nell’ambiente proprio per effetto del moto convettivo generato dai termosifoni, nel caso del riscaldamento a pavimento questo problema è quasi del tutto eliminato, così come è ridotta la presenza di acari e di muffe;

-libertà nella scelta del pavimento: va bene qualsiasi tipo di pavimentazione, dai laminati alle piastrelle, dalla moquette al cotto. Solo per il parquet bisogna prestare maggiore attenzione nella scelta del legno che deve essere più stabile e di dimensioni ridotte;

 

riscaldamento a pavimento vs tradizionale -la diffusione del calore: mentre per i termosifoni il calore si diffonde per convezione, con l’aria calda verso l’alto e quella fredda verso il basso (vedi Foto), nel  caso del pavimento radiante, la diffusione avviene per irraggiamento mantenendo la temperatura costante in tutto l’ambiente. Grazie ad una temperatura costante e uniforme, e alla totale assenza di correnti un impianto radiante a pavimento garantisce una sensazione di benessere termico percepibile con temperature di esercizio estremamente contenute rispetto agli impianti tradizionali, oltre che ad aria in ambiente meno secca. Cliccate QUI per maggiori informazioni.

 

Impianto radiante e fotovoltaico

-l’utilizzo di energie rinnovabili: mentre l’impianto con termosifoni richiede un riscaldamento a gasolio o a gas per raggiungere le temperature elevate richieste (intorno ai 70°-80°), quello a pavimento può utilizzare fonti di energia più rispettose dell’ambiente, come le caldaie a pallet, le pompe di calore, caldaie a condensazione e gli impianti a energia solare visto che è sufficiente che la caldaia raggiunga una temperatura tra i 30° e 40°.

Ricapitolando possiamo dire che il riscaldamento a pavimento, proprio perché più moderno e innovativo rispetto ai sistemi di riscaldamento tradizionali, presenta innumerevoli vantaggi. Il più importante riguarda la possibilità di avere una distribuzione uniforme del calore all’interno dell’ambiente domestico: questo avviene grazie alla diffusione per irraggiamento che evita così la sensazione tipica dell’impianto a termosifoni della testa calda e piedi freddi. Inoltre, proprio l’eliminazione dei termosifoni, spesso ingombranti e fastidiosi, permette di godere di una maggiore disponibilità di spazio che può essere così usato per un più agevole arredamento dell’abitazione e anche per spostamenti più semplici. Il riscaldamento a pavimento evita, inoltre, anche la formazione di muffe e polveri che possono causare nelle persone che vivono in casa l’insorgenza di allergie o fastidi di qualsiasi tipo. La scelta di adottare un impianto di riscaldamento a pavimento nella propria abitazione rappresenta un vero e proprio investimento: questo avviene perché comunque i costi iniziali saranno poi ammortizzati nel corso degli anni in cui ci sarà un risparmio energetico che sia aggira intorno al 20% e nel complesso l’utente registrerà un risparmio economico compreso tra il 30% e il 40%. Inoltre, grazie alla Legge Finanziaria, gli utenti potranno usufruire di particolari incentivi fiscali che prevedono la detrazione fiscale del 65% su tutti gli interventi effettuati sulla propria abitazione e finalizzati alla riqualificazione energetica dell’edificio.

Per qualsiasi informazione venite a visitare il nostro punto vendita oppure lasciate un commento all’articolo, lo staff di Casa Comfort Tagliareni sarà lieta di risponderVi. Clicca QUI per visualizzare la mappa.

Se volete un preventivo del vostro impianto radiante potete inviare una mail all’indirizzo tagliarenicasacomfort@gmail.com

Per altre interessanti informazioni, visitate gli altri due blog di Casa Comfort Tagliareni:
Infissi Sicilia
Cappotto termico Sicilia

Recapiti Tagliareni Casa Comfort

 

 

 

La distribuzione del calore

Logo Tagliareni casa comfort

.

.

.

.

.

.

Il sistema radiante a pavimento è nato per il riscaldamento degli edifici e utilizza acqua calda a bassa temperatura.
Il trasferimento del calore dal pavimento all’ambiente avviene mediante irraggiamento. Oggi il sistema a pavimento può essere utilizzato sia per il riscaldamento che per il raffrescamento degli ambienti. In inverno il sistema lavora con una temperatura dell’acqua che varia tra i 30°C ed i 40°C, mentre in regime estivo le temperature operanti sono tra i 16°C ed i 18°C.

Sistema di riscaldamento a pavimento

Dopo i numerosi studi sui sistemi di riscaldamento si è convenuto che il sistema a pannelli radianti, correttamente dimensionato e utilizzante le moderne tecnologie, fornisce al corpo umano comfort e benessere superiori rispetto ai normali sistemi di riscaldamento.
Tramite il sistema a riscaldamento a pavimento si ottiene una dolce sensazione di comfort con temperature costanti e uniformi nei vari locali.
Avere una grande superficie che si riscalda con una bassa temperatura dell’acqua significa avere moti convettivi dell’aria praticamente assenti, oltre che aria in ambiente meno secca ed inoltre vi è maggiore libertà nella distribuzione dell’arredamento in quanto non sono presenti elementi a vista.
Il sistema radiante a soffitto, semplice e innovativo, consiste in un contro-soffitto radiante in metallo o cartongesso.Nella parte superiore un’attivazione termica costituita da tubazioni e diffusori termici permette di controllare la temperatura superficiale del contro-soffitto, trasformandolo in un sistema di riscaldamento e raffrescamento. Con un unico sistema è possibile riscaldare e raffrescare gli edifici; l’impianto però risulta invisibile, poichè integrato nel contro-soffitto.

.

Sistema di riscaldamento a pavimento 2Lo scambio termico radiante sfrutta la trasmissione per irraggiamento; porta pertanto in temperatura sia l’aria dell’ambiente che l’involucro e l’unico effetto convettivo è quello naturale. In questo modo non vi sono correnti d’aria avvertibili e non c’è circolazione di polvere.
La grande superficie del sistema radiante permette un elevato scambio di energia termica tra superfici attive e ambiente, mantenendo differenze di temperatura molto limitate sia in orizzontale che in verticale.
La temperatura di mandata dell’acqua cosi bassa, consente quindi notevoli risparmi energetici e permette anche di utilizzare fonti di energia la cui resa migliora al diminuire della temperatura, quali pannelli solari, caldaie a condensazione, pompe di calore.

.
Curva ideale di comfortIl grafico qui a fianco mostra la curva ideale di comfort confrontata con le diverse curve di comfort delle varie tipologie di riscaldamento (Riscaldamento a pavimento, con radiatori, ad aria). Essa rappresenta la distribuzione della temperatura ideale in un determinato locale che deve essere lievemente più calda nella zona vicino al pavimento rispetto alle temperature presenti nelle zone vicine al soffitto.
Dal confronto è possibile notare come la curva che rappresenta il comfort derivato dal sistema di riscaldamento a pavimento risulta essere quella che più si avvicina alla curva ideale di comfort.

Per qualsiasi informazione venite a visitare il nostro punto vendita oppure lasciate un commento all’articolo, lo staff di Casa Comfort Tagliareni sarà lieta di risponderVi.

.
tag-alt alt= tag-alt alt= tag-alt alt= tag-alt alt= tag-alt alt=